Notizie Yoga

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Vedi il tuo potere di donna. Tocca il cielo e modellalo sulla forma dell'Io e riduci gli oceani a una sola goccia. E da lì trasporta l'Io in questi perpetui venti del prana, in cui devi modellare tutte le stelle, i soli e le lune.

Al di là di tutto ciò si trova un luogo dove tu devi eccellere.

Gli dei ascolteranno la voce della donna. Il suono nei cieli, il mormorio delle foglie, la musica del vento e la melodia delle onde, le nuvole nel cielo e la polvere sulla terra, tutti salutano la donna.

Gli angeli, le divinità i saggi, i santi sono l'esistenza della preghiera della donna. la voce della donna può penetrare attraverso i cieli e al di là dello spazio dell'infinità di Dio, ed è quello l'unico potere sufficientemente puro da potere manifestare Dio in terra.

Questa è la verità e tu devi conoscerla.

- Yogi Bhajan -


Parampreet Kaur

Corso Yoga Kundalini

Roma, Colli Albani - Via Acqua Donzella, 40
Cel: 338 33 03 108
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In India, quando a qualcuno viene la febbre, gli si prepara uno di questi chapati speciali (pane basso). Fa sudare la persona e la febbre si abbassa.

ca. 200 g. di farina di grano 

ca. 3 g. di pepe nero

ca. 2 g.di cannella

ca. 2,5 g. di cardamomo

ca. 3 g. di semi di finocchio

Mettete la farina in una ciotola e mescolate le spezie. Aggiungete acqua mescolando per ottenere una soffice pasta che venga via dai lati della ciotola.

Aggiungete più farina se necessario. Impastate fino ad avere un impasto liscio, morbido e modellabile, non appiccicoso. Scaldate una casseruola su fuoco medio-alto.Date all'impasto la forma di palline da ping pong e poi appiattitele a forma di frittelle schiacciate.

Infarinate le frittelle su entrambi i lati e stendetele con un rullo appena infarinato fino a formare dei cerchi di circa 15 cm, non più spesse di 0,3 cm.

Mettetele sulla casseruola calda. Cuocete il primo lato fino a che sia leggermente abbrustolito, senza che diventi scuro. Rovesciate e cuocete il secondo lato nello stesso modo. Potete anche mettere il chapati direttamente sulla fiamma del gas, girandolo una volta o due in modo che si gonfi, o potete girarlo sopra un tegame e pressarlo leggermente con una spatola o con un

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Molte tecniche meditative vi inviteranno a dirigere lo sguardo in un modo specifico. Quelli che seguono sono i punti di focalizzazione dello sguardo più comuni.

Il Punto del Terzo Occhio (Shambavi MUdra) - Si tratta di quello che spesso viene chiamato Punto tra le Sopracciglia. Quest'ultimo è situato alla sommità del naso, tra le sopracciglia ed è associato all'ipofisi. Per focalizzare lo sguardo, sollevate appena gli occhi e portate l'attenzione sul punto tra le Sopracciglia. il Punto del Terzo Occhio stimola l'ipofisi e l'apertura delle capacità intuitive.

Il Punto del Loto (Agiaa Chakra Bandh) - Il Punto del Loto è collocato sulla Punta del naso. Meditate tenendo lo sguardo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Queste abitudini possono aiutarvi a regolare il corpo al risveglio.

Metteranno a posto la schiena, il punto dell'ombelico e il sistema nervoso, in modo tale da farvi sentire più attenti e pronti ad affrontare la giornata.

Mentre siete ancora a letto....

Giratevi sulla schiena. Con gli occhi ancora chiusi, portate le mani alla faccia e cominciate a colpirvi il viso. 

Aprite gli occhi quando sono ancora coperti dalle mani. Allontanate

Cerca

Le Notizie Yoga

17 Ottobre 2017
17 Ottobre 2017
10 Ottobre 2017
08 Ottobre 2017
01 Ottobre 2017

Energia Kundalini

Secondo la filosofia yogica, ciascun individuo possiede un'innata capacità di crescita e realizzazione personali. L'energia Kundalini può essere descritta come un'energia silente presente in ogni essere umano.
Quando tale energia viene risvegliata attraverso la meditazione, la pratica dello yoga o significative esperienze della vita, ci sentiamo carichi e percepiamo la nostra vera identità.”

L'estasi più grande

“Non esiste estasi più grande del conoscere se stessi”.

Osho

Ultime notizie

17 Ottobre 2017
17 Ottobre 2017
10 Ottobre 2017
08 Ottobre 2017

Contatti

 

Associazione Culturale Yoga Hari Nam

Via Acqua Donzella, 40 - 00179 Roma

Zona Colli Albani - Arco di Travertino

Cel: 338 33 03 108

Email: info@yogaharinam.it

Email: parampreetkaur68@gmail.com